Modello 730

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi per lavoratori dipendenti e pensionati.

Può essere utilizzato da lavoratori dipendenti e pensionati con sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pagatore) e da chi possiede redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione o assimilati che non abbiano un sostituto d’imposta.

Con la presentazione del modello 730 il contribuente ottiene il conguaglio diretto, del rimborso o del pagamento delle imposte dovute, sulla propria busta paga o sulla pensione.

Il termine per la presentazione del modello 730 è il 7 luglio.

È obbligatorio conservare i modelli 730 presentati e tutta la relativa documentazione per 5 anni.

DOCUMENTI

Documentazione necessaria per la presentazione del modello 730

PDF >

TARIFFARIO

Visualizza il tariffario generale dei servizi

Visualizza >

Perchè presentare il Modello 730 al CAAF CGIL

Dal 2015 la nuova legge per la semplificazione fiscale ha introdotto la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi tramite un modello precompilato dall’Agenzia delle Entrate. È possibile accedere alla propria dichiarazione precompilata sul sito dell’Agenzia delle Entrate attraverso un codice pin personale.

Il modello precompilato però non sempre tiene conto tutta la documentazione in possesso del contribuente per la quale sono previste detrazioni (per esempio spese mediche, mutui, spese universatarie, etc.).

È quindi preferibile presentare il modello 730 al CAAF CGIL perché:

  • conferendo la delega al CAAF il contribuente ha la garanzia che nella verifica della dichiarazione precompilata dell’Agenzia delle Entrate siano controllati tutti i documenti presenti e inseriti quelli mancanti;
  • è assicurato il recupero di tutto il credito, dalle spese sanitarie alle spese per interessi sui mutui, dalle spese per la ristrutturazione dell’immobile a quelle per il recupero energetico, ecc;
  • si è assicurati rispetto ad eventuali danni dovuti ad incidenti nell’elaborazione del modello 730: il CAAF risponde direttamente alle eventuali contestazioni dell’Agenzia delle Entrate;
  • è garantita la tutela della riservatezza e della privacy.

 

Ricorda!

Possono presentare il Modello 730, anche in assenza di un sostituto d’imposta, i contribuenti che nel 2016 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente.

 

Cosa bisogna sapere sul 730

• possono presentarlo lavoratori dipendenti, pensionati, collaboratori coordinati e continuativi o a progetto, anche se non hanno un sostituto d’imposta nell’anno di presentazione della dichiarazione;
• un CAAF o un professionista abilitato devono obbligatoriamente apporre il Visto di Conformità sulla dichiarazione perché questa possa essere presentata;
• si può presentare in forma congiunta;
• si può presentare per conto di persone incapaci o di minori;
• può presentarlo un delegato.

I redditi dichiarabili nel modello 730

  • Redditi di lavoro dipendente e/o assimilati e redditi di pensione
  • Redditi fondiari (terreni, fabbricati)
  • Redditi di lavoro autonomo senza partita IVA
  • Redditi di capitale
  • Alcuni redditi diversi

Non può presentarlo:

• chi nell’anno d’imposta ha avuto redditi d’impresa, inclusa nella forma della partecipazione, o redditi da lavoro autonomo con partita IVA;
• chi deve presentare anche una delle dichiarazioni seguenti: IVA, IRAP, 770;
• chi non è residente in Italia nell’anno di presentazione del modello 730 e nell’anno precedente;
• chi presenta la dichiarazione per conto di un deceduto.